Collegamenti

NO forte e chiaro al fenomeno del bullismo

Il giorno 7 febbraio 2019 la scuola primaria dell’Educandato San Benedetto ha fatto sentire il suo NO forte e chiaro al fenomeno del bullismo, con una significativa manifestazione che ha visto partecipi tutti gli alunni e le loro maestre. Data la complessità dell’argomento, le classi prime e seconde si sono riunite in modo corale con attività creative all’interno delle quali, la parola bullismo non compariva mai. Al contrario, si è focalizzata l’attenzione sulle “parole belle” e i comportamenti “corretti” che favoriscono una vita scolastica serena e produttiva e gettano il seme per creare una forma mentis che vuole futuri adulti in una collettività dai sani principi. Gli alunni delle tre seconde hanno creato un muro “solido” di mattoncini colorati che riportavano scritte le parole che cementato l’amicizia, l’accettazione, la tolleranza e che invitano alla riflessione e al dialogo costruttivo. I mattoncini sono poi stati donati ai bambini di prima dai più grandicelli di seconda, come dono per una vita scolastica armoniosa. Di seguito, i bambini di 2^ hanno drammatizzato con le maschere una storia inventata in classe dal titolo “una città in pericolo”, all’interno della quale si voleva raccontare l’eterno conflitto tra buoni e cattivi, ma con un finale in cui, grazie al buon senso (e a un pizzico di magia) tutti tornavano buoni per effetto del… profumo di bontà. Gli alunni delle classi prime hanno condiviso con le classi seconde i loro splendidi cartelloni, sui quali spiccava il messaggio dell’amicizia e del volersi bene. Tutta l’attività è stata resa ancora più piacevole da un efficace brainstorming e una allegra animazione a cura delle maestre. Le immagini si riferiscono ai momenti salienti dell’evento. Evviva la gentilezza, il rispetto e i buoni comportamenti… e guai a chi tenta di rubare il diritto ai bambini di avere una vita scolastica serena!

tag:
bullismo